Condividi questa pagina

L’obiettivo dei proprietari di un sito web è ottenere traffico sul proprio sito. Maggiore è il traffico e maggiore saranno le conversioni.

Ma non tutti gli utenti che accedono al tuo sito web si trasformeranno in clienti. Parte dei visitatori abbandonerà il tuo sito web subito dopo esserci arrivato, non interagendo in alcun modo con i contenuti del sito.

La principale causa di frustrazione per i visitatori del web è un sito internet che impiega troppo tempo a caricarsi. Il tempo di caricamento medio di una pagina web è di 3,21 secondi. Anche se questo valore può darti l’idea di un sito veloce, in realtà un sito web può caricarsi anche più velocemente.

Perché la velocità è importante

Un’elevata velocità di caricamento del sito web è positiva sia per l’esperienza utente che per la SEO.

Oggigiorno la durata media dell’attenzione di una persona è di soli 8 secondi, in calo rispetto ai 12 secondi del 2000. Se il caricamento del tuo sito web impiega troppo tempo, rischi di perdere quell’interesse iniziale che ha convinto l’utente a visitare il tuo sito internet. Un lungo tempo di caricamento della pagina può fare aumentare la frequenza di rimbalzo, ovvero la frequenza con cui gli utenti escono dal tuo sito prima di fare clic su un’altra pagina del tuo sito.

Per non parlare del fatto che Google prende in considerazione l’analisi della velocità della pagina come uno dei suoi fattori di ranking. Più veloce è il sito web, maggiori sono le possibilità di arrivare sulla tanto ambita prima pagina dei risultati di ricerca. Inoltre, anche l’esperienza dell’utente è un fattore di ranking: un minor numero di rimbalzi è ben visto dai motori di ricerca.

L’aumento della velocità della pagina influisce anche sul tasso di conversione. Un caso di studio ha rilevato che un tempo di caricamento più veloce di solo un secondo ha generato il 27% in più di conversioni.

Come testare la velocità del sito web

Prima di eseguire il test di velocità di caricamento del sito web, controlla se sul tuo sito sono in esecuzione le seguenti tecnologie:

  • Caching
  • Content Delivery Network (CDN)

Vediamo brevemente cos’è la memoria cache. Quando un utente visita il tuo sito web, il suo dispositivo è connesso a una rete che comunica con il server del tuo sito. Il dispositivo utente chiede al server le informazioni desiderate e il server quindi le invia (ad esempio una pagina del tuo sito web). Quando il server deve inviare una pagina del sito al dispositivo dell’utente, questo significa che il server deve inviare tutti i dati associati a quella pagina, inclusi i file delle immagini, il codice, gli script e altro. Si tratta di molte informazioni, da raccogliere, impacchettare e inviare.

Quando hai attivato la cache, il tuo server può riconoscere richieste simili da utenti diversi. Supponiamo che qualcun altro invii una richiesta simile poco dopo quella vista prima. Il tuo server può riconoscere che sono simili e inviare lo stesso pacchetto di informazioni che ha inviato all’utente precedente. Ciò riduce il tempo di caricamento perché il server non deve eseguire l’intero processo ogni volta che riceve una richiesta.

Ora parliamo di CDN. Il CDN è una specie di archivio di contenuti che i server esterni possono utilizzare per accedere al tuo sito web. I server si trovano in tutto il mondo e, quando ti rivolgi a clienti internazionali, vuoi assicurarti che il sito venga caricato velocemente per tutti, indipendentemente da dove si trovano.

È qui che entra in gioco la CDN: l’utilizzo di una CDN significa che tutte le immagini del tuo negozio online vengono memorizzate nella cache sui server di tutto il mondo, riducendo la “distanza” necessaria ai server e ai dispositivi quando la tua base di utenti è globale. Ogni individuo accederà a una versione a lui più vicina, riducendo il tempo di caricamento.

Scegli la posizione da cui effettuare il test

Quando si utilizza uno strumento di test di velocità, è importante mantenere il maggior numero possibile di variabili costanti. Quindi, quando provi la velocità del tuo sito web, vuoi assicurarti di testarlo sempre dalla stessa posizione.

I server si trovano in tutto il mondo, quindi il caricamento di cinque secondi in una posizione potrebbe richiederne due in un altra a causa della sua vicinanza al server.

Se i test vengono eseguiti dalla stessa posizione, sai che le fluttuazioni non sono dovute alla posizione fisica.

Esegui il test più volte

C’è un motivo per cui lo chiamiamo “test”. Potresti ottenere risultati diversi ad ogni esecuzione, quindi è importante eseguirlo più di una volta finché non ottieni una certa coerenza nei risultati. Solo allora puoi concludere che esiste o meno un problema di velocità che richiede ulteriori indagini.

Ti consigliamo inoltre di eseguire il test su più dispositivi e tramite browser diversi.

Come velocizzare il tuo sito web

Hai mai notato come, su siti web lenti, le immagini siano spesso l’ultima cosa che viene caricata? Questo perché quelle immagini sono grandi. Più grandi sono i file delle tue immagini e più tempo viene impiegato per caricarli.

Sebbene le foto dei prodotti di un sito web sono importanti, il punto è che per il Web non sono necessarie immagini troppo dettagliate. In un sito web puoi sacrificare un po’ di qualità, ma avere comunque immagini dall’ottimo aspetto.

Ecco alcuni modi per ridurre le dimensioni dei file delle immagini:

  • Usa l’opzione “salva per web” in Photoshop
  • Utilizzare l’estensione .jpeg (consente la massima compressione)
  • Ridimensiona la tua immagine in base alle dimensioni esatte di cui hai bisogno nel sito, mai più grande
  • Utilizza un plug-in di compressione delle immagini per il tuo CMS
  • Comprimi i file con un servizio gratuito come TinyPNG
  • Riduci CSS, JavaScript e HTML

Un sito web contiene un sacco di codice nascosto per far funzionare un sito web. Un sito internet include codice come HTML o CSS, che controlla l’aspetto del tuo sito web e JavaScript, che consente le funzioni dinamiche del sito web.

Ognuna di queste cose deve essere caricata ogni volta che un utente accede al tuo sito affinché funzioni nel modo desiderato. E questo occupa un sacco di spazio.

Per ridurre l’effetto che questi elementi a caricamento lento hanno sulla velocità del tuo sito, ti consigliamo di comprimerli in modo che siano il più ridotti possibile. Uno strumento come gzip può realizzare questa compressione per migliorare il tempo di caricamento.

Ci sono anche altre modifiche che dovresti apportare. Minifica il codice, rimuovendo spazi, virgole e altri caratteri non necessari. Ciò riduce la quantità di materiale da “leggere” per il tuo sito per caricarsi correttamente. È anche una buona idea rimuovere qualsiasi JavaScript che blocca il rendering.

Diminuisci i reindirizzamenti. Ogni reindirizzamento del tuo utente è un altro passaggio nel processo di caricamento. Un altro passaggio significa che ci vuole più tempo per portare il tuo utente sulla pagina finale.

I migliori strumenti per eseguire un test di velocità del sito web

Esistono molti strumenti gratuiti e a pagamento per il test della velocità del sito web e il monitoraggio delle prestazioni.

E’ opportuno non testare il tuo sito web con un solo strumento, ma utilizzare più strumenti ed eseguire più test per essere accurati.

Ti consigliamo di utilizzare questi strumenti per migliorare le prestazioni del tuo sito web. Considera che cercare di ottenere il voto o il punteggio massimo con questi strumenti è spesso estremamente difficile o del tutto impossibile nella maggior parte dei casi per i siti web funzionanti nel mondo reale.

Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di migliorare il più possibile la velocità di caricamento della pagina, in modo che i tuoi visitatori possano godere di un’esperienza utente più rapida possibile.

Detto questo, diamo un’occhiata ai migliori strumenti per eseguire un test di velocità del sito web.

1. IsItWP Website Speed Test Tool

Lo strumento gratuito per il test della velocità del sito web IsItWP è lo strumento più adatto ai principianti. Ti consente di controllare rapidamente le prestazioni del tuo sito web, di eseguire più test e analizzare i risultati per scoprire cosa sta rallentando il tuo sito internet.

Riceverai anche suggerimenti di miglioramento organizzati in modo ordinato. È possibile fare clic su ciascuna categoria per visualizzare i passaggi da eseguire per risolvere i problemi di prestazione. Il sito web offre anche il monitoraggio del tempo di attività del server e altri strumenti utili per i proprietari di siti web.

IsItWP test della velocità del sito web

2. Pingdom

Pingdom è uno degli strumenti più popolari per il monitoraggio delle prestazioni dei siti web. È facile da usare e ti consente di selezionare diverse posizioni geografiche per eseguire un test che è davvero utile.

I risultati vengono presentati con una panoramica di facile comprensione, seguita dal rapporto dettagliato.

Pingdom

3. Google PageSpeed Insights

Google Pagespeed Insights è uno strumento di monitoraggio delle prestazioni del sito web creato da Google. Fornisce rapporti sulle prestazioni del sito web sia per le visualizzazioni mobili che desktop. Puoi passare da un rapporto all’altro e trovare alcuni problemi comuni a entrambi i rapporti e alcuni che Google consiglia di risolvere nella visualizzazione mobile.

Ottieni anche consigli dettagliati per ogni problema, il che è utile per gli sviluppatori. Tuttavia, lo strumento è poco intuitivo per i principianti e gli utenti non sviluppatori.

Google PageSpeed Insights - Analizzare le prestazioni di un sito web

4. GTmetrix

GTmetrix è un altro potente strumento di test della velocità del sito web. Ti consente di testare il tuo sito web utilizzando strumenti popolari come PageSpeed e YSlow. È possibile anche modificare la posizione geografica e il browser, ma solo creando un account.

Mostra report dettagliati con un breve riepilogo dei risultati. Facendo clic su ciascuna raccomandazione verranno forniti ulteriori dettagli.

GTmetrix Test velocità sito web


Condividi questa pagina