Condividi questa pagina

SEO – OTTIMIZZAZIONE PER I MOTORI DI RICERCA

SEO e acronimo di Search Engine Optimization e si riferisce all’attività di ottimizzazione di una pagina web o di un intero sito internet nei confronti dei motori di ricerca, al fine di posizionarlo nelle prime posizioni dei risultati. Diciamo subito che quando si parla di motori di ricerca si fa riferimento essenzialmente al motore di ricerca Google, lo strumento utilizzato dalla quasi totalità delle persone che navigano nel Web.

Come migliorare la SEO del sito web

GOOGLE

Il motore di ricerca Google come sappiamo organizza i risultati in pagine successive. In ogni pagina, i primissimi risultati sono sponsorizzazioni a pagamento e sono individuabili dall’etichetta “Annuncio”, mentre i successivi 10 risultati circa sono i cosiddetti risultati organici. I risultati organici non si pagano, ma si conquistano con la SEO. La maggior parte delle persone che utilizzano Google in cerca di qualcosa non va oltre la prima pagina dei risultati di ricerca, cliccando solitamente sui primissimi risultati. Ne consegue che se vuoi essere visibile devi conquistare le prime posizioni.

LA SEO NON E’ IMMEDIATA, MA I RISULTATI SONO DURATURI E GRATUITI

Va detto che i benefici di una SEO fatta bene non sono immediati, ma si ottengono dopo settimane, mesi o anni. In compenso un buon posizionamento organico è duraturo e gratuito. Duraturo non significa eterno, in quanto i posizionamenti cambiano nel tempo, anche in seguito alle continue modifiche apportate da Google al suo algoritmo. Il lavoro sulla SEO deve quindi essere costante.

OTTENERE LA PRIMA POSIZIONE DELLA PRIMA PAGINA GOOGLE

Diffida da chi ti promette di ottenere la prima posizione della prima pagina Google a prescindere da tutto. Senza conoscere la parola chiave per la quale si desidera posizionarsi al primo posto, senza un minimo di indagine di mercato che consente di valutare la concorrenza online del settore, chi ti promette la prima posizione della prima pagina Google ti sta mentendo. Come prima cosa, poiché nessuno conosce fino in fondo l’algoritmo Google e le molteplici varianti e ragioni che determinano il posizionamento, la prima posizione non può mai essere garantita. Inoltre, se vuoi posizionare al primo posto un sito nuovo (un dominio nuovo) per keyword generiche come “agenzia web”, “agenzia immobiliare”, etc. per le quali la concorrenza nazionale è enorme, le possibilità di conquistare la vetta in tempi brevi è pari a zero. Molto meglio scegliere keyword cosiddette a coda lunga, come “agenzia web Bari”, etc.

LE KEYWORD (PAROLE CHIAVE)

Quando si parla di posizionamento della propria pagina web o del proprio sito internet nelle prime posizioni dei risultati si parla di posizionamento relativamente ad una determinata keyword (composta da 1 o più parole). Questo è chiaro se si considera che le persone cercano in Google scrivendo una frase. L’algoritmo di Google cerca di individuare, sulla base della frase inserita dall’utente, i risultati più utili. Le prime posizioni organiche saranno concesse ai contenuti che Google considera migliori. E poi a scalare. Fornire contenuti utili è l’obiettivo principale di Google.

INDIVIDUARE LE KEYWORD

E’ evidente che puoi ottimizzare il tuo sito per un numero limitato di parole chiave. Occorre quindi individuare con cura le parole chiave per le quali svolgere l’ottimizzazione SEO. Le parole chiave vanno scelte sulla base di varie valutazioni: in base al settore in cui si colloca la tua attività, ai risultati desiderati, alla concorrenza, etc. Le parole chiave possono essere più o meno difficili da posizionare. Se infatti consideriamo un’agenzia immobiliare di Bari, lavorare con la SEO sulla keyword generica “agenzia immobiliare” risulta un compito difficile. Visto che un’agenzia immobiliare lavora principalmente a livello locale, molto più sensato è lavorare con la SEO sulla parola chiave “agenzia immobiliare Bari” (si parla in questo caso di SEO locale). Non solo sarà più facile raggiungere un buon posizionamento, ma i visitatori del sito web saranno decisamente in target con i clienti tipo di un’agenzia immobiliare di Bari. Visitatori targettizzati sono potenziali clienti della attività cui stai dando visibilità.

UTILIZZARE LE KEYWORD

Una volta individuate le parole chiave giuste su cui lavorare, si può iniziare ad ottimizzare il sito web. Tra gli elementi da ottimizzare vi sono i testi, i titoli, le foto, i video, gli URL del sito, gli snippet Google (il frammento testuale che compare nei risultati Google), i meta tag, etc. etc. Il tuo obiettivo è intercettare il traffico Google interessato alla tua attività. L’attività di ottimizzazione delle parole chiave va fatta con cognizione di causa al fine di non esagerare nell’uso delle keyword, cosa che condurrebbe a penalizzazioni da parte di Google, ottenendo l’effetto contrario a quello desiderato.

OLTRE LE KEYWORD

La SEO non si limita alle keyword, ma esistono diversi altri fattori che contribuiscono a posizionare bene un sito web. Per farti un’idea dai uno sguardo alla pagina REALIZZAZIONE SITO WEB o continua nella lettura…

MODI PER MIGLIORARE LA SEO DEL SITO WEB

Se ti affidi alle ricerche Google per essere trovato, l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) deve essere in cima alla tua lista di priorità. Non sarai in grado di generare contatti per la tua attività se nessuno riesce a trovarti.

Sapevi che il 93% delle visite su Internet inizia con un motore di ricerca? Cosa succede dopo che qualcuno ha effettuato una ricerca? Il primo risultato della prima pagina Google ha una probabilità del 33% di essere cliccato. Ciò significa che se non sei il numero uno della prima pagina, hai perso un terzo del traffico potenziale. Quel che è ancora più sorprendente è che il 75% delle persone non farà nemmeno clic sulla seconda pagina dei risultati di ricerca. Il motivo per cui altri siti web si posizionano più in alto di te su Google è perché stanno compiendo uno sforzo consapevole per migliorare la loro SEO. Fortunatamente, non è troppo tardi per iniziare. Ci sono alcune cose che puoi fare per aumentare le tue possibilità di ottenere un ranking più alto nelle ricerche su Google.

1. MIGLIORA LA VELOCITA’ DI CARICAMENTO DELLA PAGINA

Il tempo di caricamento della tua pagina è importante per alcuni motivi. Prima di tutto, se la tua velocità di caricamento è troppo lenta, Google lo verrà a sapere e ciò danneggerà il tuo posizionamento.

Ma un sito web lento influirà anche sul modo in cui i visitatori del tuo sito web interagiscono con le tue pagine. Di conseguenza, quelle interazioni negative danneggeranno anche il tuo posizionamento. Le ricerche mostrano che il 40% dei visitatori abbandonerà i siti web se la pagina impiega più di 3 secondi per caricarsi. La cosa ancora più scioccante è che l’80% di quei visitatori non tornerà più su quel sito web. Questo è terribile per il tuo posizionamento SEO, perché va ad uccide il traffico sul tuo sito.

Al contrario, se la tua pagina si carica velocemente, le persone continueranno a tornare. L’algoritmo di Google riconoscerà la popolarità del tuo sito web e adatterà il tuo ranking di ricerca di conseguenza.

Ciò rende estremamente importante ottimizzare sia la velocità della pagina che il tempo di risposta del server. Se vuoi testare la velocità del tuo sito web, ci sono servizi online come Pingdom disponibili gratuitamente. Ciò ti consentirà di testare il tuo sito Web da diverse località in tutto il mondo. Se scopri che il tuo sito funziona lentamente, potresti voler controllare il tema e i plugin del tuo sito web. Se invece il colpevole è il tuo server lento, trasferisci il tuo sito web su un nuovo web hosting! Qui un articolo sul migliore hosting per WordPress e non solo.

Pingdom Test velocità sito web

2. PRODUCI CONTENUTI DI QUALITA’

Quanto spesso aggiorni il tuo sito web? Se non l’hai toccato dal giorno in cui l’hai costruito, probabilmente non hai un ottimo posizionamento SEO in questo momento. Per indirizzare più traffico al tuo sito web e aumentare la sua popolarità, devi dare ai visitatori un motivo per continuare a tornare. I tuoi contenuti devono essere di alta qualità, recenti e pertinenti. Un altro fattore che influisce sul posizionamento SEO è il cosiddetto tempo di permanenza. Ciò si riferisce a quanto tempo le persone trascorrono sul tuo sito web per visita. Se il tuo sito contiene informazioni fresche, interessanti o degne di nota, manterrà i visitatori sulla tua pagina più a lungo e migliorerà il tempo di permanenza. I siti web che forniscono contenuti altamente informativi in ​​genere hanno tempi di permanenza lunghi.

Ecco qualcos’altro da considerare. Google Chrome controlla quasi il 45% della quota di mercato dei browser Internet, rendendolo il browser più popolare al mondo. Quel numero continuerà a salire poiché Chrome è stato anche il browser più scaricato del 2017. Quando gli utenti aggiungono un segnalibro al tuo sito web da un browser Google Chrome, questa loro azione può aiutare il tuo posizionamento SEO. Contenuti pertinenti e di alta qualità aumenteranno le possibilità che il tuo sito web venga aggiunto ai preferiti dai visitatori.

3. OTTIMIZZA LE TUE IMMAGINI

Le immagini sono ottime per il tuo sito web. Ma devi assicurarti che siano ottimizzate correttamente se vuoi che queste immagini migliorino il tuo posizionamento SEO. Ci riferiamo a fattori come il formato e la dimensione del file. Immagini enormi possono rallentare il tempo di caricamento della tua pagina, il che, come detto, danneggia il tuo posizionamento. Ridimensiona o comprimi le tue immagini per ottimizzarle. Puoi anche utilizzare le tue immagini per intrufolarci delle parole chiave nominando di conseguenza i file. Ad esempio, supponiamo che tu abbia un sito web che vende prodotti da bagno. Invece di denominare un’immagine come “shampoo1”, potresti chiamarla “miglior shampoo per capelli lunghi”. Puoi anche utilizzare strategicamente parole chiave nel titolo della tua immagine così come nella didascalia o nella descrizione.

4. SUDDIVIDI I TUOI CONTENUTI UTILIZZANDO GLI HEADER TAG

I titoli sono un altro modo per migliorare l’esperienza utente sul tuo sito web. Suddividono il contenuto e ne facilitano la lettura o lo scorrimento. Inoltre, le intestazioni rendono tutto più attraente, il che è sempre vantaggioso. Se il tuo sito web è solo un muro di testo, scoraggerà le persone dal trascorrere molto tempo su di esso. Di conseguenza, il tuo ranking SEO ne risentirà.

Utilizzo degli header per migliorare la SEO

5. INIZIA A BLOGGARE

Il blogging è ottimo per la tua azienda. È uno strumento eccezionale per la generazione di contatti e ti aiuta a interagire con i visitatori del tuo sito web. Ma quello che la maggior parte delle persone non capisce è che il blogging migliora anche le classifiche SEO. Ecco perché: come abbiamo già accennato, produrre contenuti nuovi, aggiornati e pertinenti può indirizzare le persone al tuo sito web e dare loro un motivo per rimanere sulle tue pagine per un po’. Bene, i blog sono il canale perfetto per farlo. Se riesci a costruire un gruppo di lettori fedeli, puoi ottenere un sacco di traffico sul tuo sito web. Inoltre, puoi incorporare anche altre cose di cui abbiamo parlato finora nei tuoi post, come immagini e tag di intestazione. Altri elementi, come link e parole chiave, possono essere incorporati in questi post. Ne parleremo a breve. Tutto ciò influisce positivamente sul posizionamento nei motori di ricerca.

6. UTILIZZA LINK IN USCITA

Ci sono alcune cose che puoi fare per aumentare la credibilità del tuo sito web. Le informazioni che fornisci ai visitatori dovrebbero essere supportate da link a fonti affidabili e autorevoli. Non solo dovresti linkare siti autorevoli, ma dovresti anche assicurarti che tutte le informazioni siano recenti. I link in uscita a risorse vecchie sono poco rilevanti e non saranno altrettanto efficaci per il tuo posizionamento SEO.

Dovresti anche includere collegamenti interni. Questi collegamenti indirizzeranno i visitatori ad altre pagine del tuo sito web.

7. OLTRE AL TESTO INSERISCI IMMAGINI, VIDEO, ETC.

Il contenuto del tuo sito web non dovrebbe essere costituito solo da parole scritte. Nel tuo sito internet dovresti usare anche le immagini, ma anche altri elementi multimediali come video, presentazioni o audio. Il tutto migliorerà il tuo posizionamento SEO e l’esperienza dei visitatori. Perché? Per cominciare, oggigiorno gli utenti di Internet amano vedere video. È molto più facile guardare qualcosa piuttosto che leggerlo. Video e altri elementi multimediali possono migliorare notevolmente la quantità di tempo che qualcuno trascorre sul tuo sito web. A seconda della lunghezza dei tuoi video, le persone potrebbero rimanere sulla tua pagina per diversi minuti. Se ciò accade, aumenterà sicuramente il tuo ranking di ricerca.

8. ASSICURATI CHE IL TUO SITO WEB SIA LEGGIBILE

Tieni sempre a mente il tuo pubblico quando scrivi contenuti sul tuo sito web. Se vuoi che le persone visitino il tuo sito e vi trascorrano del tempo, parla in termini che possono capire. Non cercare di sembrare un dottore o un avvocato (anche se lo sei). Il tuo contenuto dovrebbe essere scritto in modo tale che la maggior parte delle persone lo possa capire.

9. CORREGGI EVENTUALI LINK INTERROTTI

Se stai linkando siti web autorevoli, puoi non preoccuparti più di tanto che i collegamenti si interrompano. Ma ogni tanto, verificali ugualmente. I link interrotti possono distruggere il tuo ranking SEO. Oltre al fatto che non è gradevole per i visitatori che un link che fornisci li porta a un sito web non valido. Puoi utilizzare strumenti come Dead Link Checker per cercare collegamenti con errori sul tuo sito web. Puoi usarlo per controllare l’intero sito web o pagine specifiche. Se ti registri, puoi anche configurare il tuo account per il controllo automatico. Ogni volta che un collegamento si interrompe, verrai contattato immediatamente in modo da poterlo sostituire.

Trovare link con errori sul sito web - Dead Link Checker

Puoi anche utilizzare questa risorsa per monitorare i siti web che ti linkano (i backlink). Se un backlink si interrompe, è possibile avvisare il webmaster di quella pagina e chiedere loro di sostituire il collegamento morto con un collegamento al tuo sito web. Stai facendo loro un favore informandoli di un problema con il loro sito, quindi potrebbero essere disposti a farti un favore in cambio. Questo indirizzerà più traffico al tuo sito web. I link in uscita da altri siti web alla tua pagina aiuteranno anche a migliorare il tuo posizionamento SEO.

10. OTTIMIZZA IL TUO SITO WEB PER I DISPOSITIVI MOBILI

Come sicuramente saprai, l’uso dei dispositivi mobili è in aumento. Sta crescendo così velocemente che in realtà ha superato computer e dispositivi portatili. Infatti, oltre il 60% delle ricerche su Google proviene da dispositivi mobili. Ovviamente, Google lo sa e classifica i siti di conseguenza. Il tuo sito web deve essere necessariamente ottimizzato per gli utenti mobili. Se il tuo sito non è ottimizzato, ostacolerà l’esperienza dell’utente, influenzando negativamente il tuo posizionamento.

11. FORMATTA CORRETTAMENTE LA PAGINA WEB

Prenditi tutto il tempo necessario quando definisci il layout del tuo sito web. Deve essere pulito, chiaro, organizzato e ordinato. Considera aspetti come la dimensione del carattere e la tipografia. Usa con parsimonia testo colorato, caratteri in grassetto e corsivo. Elementi come gli elenchi puntati semplificano la scansione dei contenuti da parte dei visitatori. Se il tuo sito web è pieno di troppe immagini, pubblicità, colori e blocchi di testo, può sembrare inaffidabile. Anche l’architettura e la navigazione del tuo sito possono fare la differenza. Un formato e un design puliti miglioreranno il tuo posizionamento SEO.

12. FORNISCI LE INFORMAZIONI DI CONTATTO APPROPRIATE

A proposito di sembrare inaffidabile, hai mai faticato a trovare le informazioni di contatto di un’azienda su un sito web? Questo non dovrebbe mai accadere. Tutte le tue informazioni di contatto dovrebbero essere chiare e in bella vista.

13. INCORAGGIA LA CONDIVISIONE SUI SOCIAL NETWORK

Ogni azienda e sito web deve essere attivo sui social network. Questo lo sanno tutti. Ma ciò che non è così noto è che puoi migliorare il tuo posizionamento SEO se le persone condividono link al tuo sito web sui propri social network. Uno dei modi migliori per incentivare queste condivisioni è includere le icone di condivisione sui social su tutti i tuoi contenuti. Potresti iniziare tu stesso a condividere i link alle tue pagine web sui social. Così, quando tali informazioni vengono visualizzate nelle timeline delle persone, basta un clic per condividerle.

Incoraggia la condivisione sui social network

14. USA LE PAROLE CHIAVE

Come abbiamo detto, le parole chiave giocano un ruolo importante. Devi includere le parole che le persone cercheranno nel tuo contenuto. Ma fallo con parsimonia. Se esageri a saturare il tuo sito web con le parole chiave, Google se ne accorgerà e avrà un effetto negativo sul tuo posizionamento. Le parole chiave dovrebbero adattarsi in modo naturale nelle frasi. Includile nei tag dei titoli e anche nelle didascalie delle immagini. Dovresti anche utilizzare parole chiave a coda lunga, composte da tre o quattro parole che potrebbero essere trovate in una ricerca. Ad esempio, qualcuno probabilmente non cercherà solo la parola “telefono” quando cerca qualcosa, ma probabilmente digiterà la frase “il miglior telefono per inviare messaggi di testo”. Se le tue parole chiave corrispondono alla ricerca dell’utente, il tuo sito web avrà maggiori possibilità di ottenere un posizionamento più alto.

15. SRIVI TITOLI PER GOOGLE DEGNI DI UN CLICK

Quando si tratta di scrivere i titoli per i motori di ricerca, la prima cosa che devi sapere è questa … hai solo 65 caratteri per scrivere il titolo. Potresti scrivere il titolo migliore, ma se contiene più di 65 caratteri, verrà tagliato. Quindi mantienilo breve.

Ecco alcuni altri suggerimenti da tenere a mente quando si creano titoli degni di un click:

  • Metti le parole chiave all’inizio del titolo. Le persone in genere scansionano solo le prime due parole di un titolo.
  • Il tuo titolo dovrebbe rendere prevedibile il contenuto della pagina linkata. Ovvero la pagina linkata deve soddisfare le aspettative dell’utente che ha cliccato su quello specifico titolo.
  • Chiaro: il lettore dovrebbe sapere di cosa tratta la tua pagina web in 65 caratteri o meno.
  • Rendilo emozionante.

16. SRIVI UN’OTTIMA META DESCRIZIONE

La meta descrizione è l’elemento successivo che devi ottimizzare. Se utilizzi un plug-in per WordPress come All-in-One SEO Pack o Yoast SEO, otterrai le opzioni per impostare la descrizione in fondo all’editor del tuo blog. Google ha reso tutto più semplice dandoti suggerimenti su come creare buone descrizioni . Ecco i suggerimenti più importanti:

  • Rendila descrittiva: parole chiavi pertinenti all’articolo mettile all’inizio. Chiediti: “Chi? Che cosa? Perché? Quando? Dove? Come?”. Questa è una formula che i giornalisti usano per scrivere articoli. Funziona altrettanto bene quando si scrivono descrizioni.
  • Rendila unica: ogni meta descrizione dovrebbe essere diversa dalle descrizioni delle altre pagine.
  • Rendila breve: Google limita le meta descrizioni a 160 caratteri o meno.
  • Sebbene la meta descrizione non sia così importante quando si tratta di ottenere clic perché le persone non sembrano prestare molta attenzione alla descrizione, è comunque importante dal punto di vista del ranking SEO. Quindi non ignorarne l’importanza!

CONTATTACI PER RICEVERE UN PREVENTIVO GRATUITO, O PER QUALSIASI DOMANDA O CHIARIMENTO

Accetto il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy


Condividi questa pagina